La mia prima volta a Ponza: weekend al mare tra lussi e relax

A photo by Biel Morro. unsplash.com/photos/WW08JFg8SuI

Cosa fare a Ponza in un weekend. Il racconto della mia prima volta sull’isola di Ponza, tra hotel di charme, giri in barca e cene romantiche al tramonto.

Ponza è un sogno. Che avevo immaginato ad occhi aperti e che si è rivelato con tutta la sua terribile bellezza davanti ai miei occhi appena l’aliscafo ha fatto ingresso nel porto. Un abbraccio di case pastello ha sussurato un timido benvenuto, e mi ha raccolto, è scivolato dietro le spalle e mi ha soffiato un vento fresco di promesse che ho voluto ascoltare.

Ponza è un’isola semplice. Fragile nella sua veridicità. La troverete meno glamour di Capri e Ischia, più selvaggia e autentica. Libera.

Ho trascorso a Ponza 4 giorni, dormendo tre notti nel bellissimo Hotel Chiaia di Luna e spendendo il tempo a raggiungere le tante cale in motorino, o a nuotare sorprendendomi della bellezza dell’acqua, così cristallina da volerci restare a mollo nonostante le grinze sulla pelle.

Per raggiungere Ponza basta prendere il traghetto dal porto di Anzio, Terracina o Formia. Se volete fare come me e visitare anche le città di Sperlonga e Gaeta, potete dormire a Gaeta la notte precedente al viaggio e prendere il primo Aliscafo della mattina da Formia, così da essere a Ponza già in tarda mattinata. Con l’Aliscafo Monte Gargano, infatti, si impiega circa un’ora di navigazione veloce per arrivare a Ponza. Se avete mal di mare, magari questa non è la soluzione più consigliata e vorrete invece optare per il traghetto, che impiega un po’ di più, ma che vi evita il fastidio. Io non capisco come si possa soffrire di mal di mare, sono un pesce e lo sapete, ma molte persone hanno avuto problemi e passato il viaggio in pessime condizioni.

Al porto di Formia ho usufruito del servizio Car Valet, che vi consiglio assolutamente. Ho potuto lasciare la macchina in ottime mani e al sicuro (ho pagato per il parcheggio coperto) e l’ho ritrovata direttamente al porto al mio arrivo, avendo comunicato gli orari del mio ritorno. Certo, dovrete lasciare le chiavi della macchina ai responsabili di MyParking, ma la panda celeste di mia madre nemmeno i puffi se la portano via. In ogni caso: super soddisfatta. Non solo per il servizio, ma anche per la gentilezza del personale. E i meriti vanno assegnati. Bravi!

Se volete evitarvi brutte soprese e trovare il tutto esaurito (soprattutto in alta stagione), vi consiglio di acquistare i biglietti del traghetto online, sul sito di Laziomar, e poi di ritirarli al Porto la mattina della partenza. Non preoccupatevi della fila, il vostro biglietto è lì, già assegnato, e aspetta solo voi.

Ponza, Italy, photo credit by TheLostAvocado.com

Cosa mettere in valigia per un weekend a Ponza?

Vestiti leggeri e svolazzanti in cotone e tessuti naturali, espadrillas per il giorno (il più del tempo sarete scalzi) e tacchi per la sera. Collane di gemme luminose e bracciali d’argento. Profumo. Un panama di paglia che vi ripari dal sole e una buona lettura da consumare sotto l’ombrellone potrete acquistarli lì.

Cosa fare e cosa vedere a Ponza?

Tra le altre cose bellissime che potrete fare a Ponza, vi consiglio assolutamente di prendere la barca e fare il periplo dell’isola, fermandovi nelle varie spiaggette.

In alternativa, per tutto il giorno al porto troverete tantissime piccole barche (TaxiBoat) che possono garantirvi andata e ritorno verso una delle spiagge più belle con pochi euro. Così per la Spiaggia di Frontone, che è forse quella che mi è piaciuta di più. Abbiamo pagato 5 euro per poter stare tutto il tempo che volevamo sulla spiaggia e fare ritorno alla città prima delle 19:00. La Spiagga di Frotone è anche quella più frequentata dai giovani e che, con i suoi sassolini bianchi al posto della sabbia, degrada verso un mare turchese, regalandovi il piacere di nuotare in una tavolozza di blu accesi e smaraldini.

Ponza. Italy - photo credit by Thelostavocado.com (8)

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Un grappolo di uva fragola e una pesca profumata per spezzare la fame sulla spiaggia, prima di arrampicarvi sulla collinetta a sinistra, per una visita gratuita al particolarissimo Museo etnografico ponzese, il Museo di Nonno Agostino, nato da un’iniziativa del Signor Gerardo e che racconta, attraverso una bella collezione di oggetti del passato, la storia delle tradizioni dell’isola e non solo. Sotto una pergola ombreggiata, tavole e sedie del ristorante di Cala Frontone vi aspettano, per un pranzo meraviglioso con una delle più belle viste che potrete mai avere di fronte in vita vostra. Tant’è che rifare la strada, fino alla piscine romane e alla spiaggia di sassi per riprendere la barca, è stata dura. Sarei rimasta lì e c’avrei fatto casa.

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Vi consiglio di affittare uno scooter (un motorino o una vespa, ancora meglio) per andare alla scoperta dell’isola in libertà. Ponza non è grandissima e potrete visitare tutte le più belle spiagge, quelle raggiungibili via terra, in pochissimo tempo.

Tra le spiagge e cale imperdibili vi consiglio: Cala Feola (che vista dall’alto è uno spettacolo mozzafiato), Chiaia dell’Acqua e le Piscine naturali, poco distanti. Ma anche Cala Felce, a nord e, ovviamente, la incredibile Chiaia di Luna (raggiungibile solo da mare, adesso), ma che potrete anche ammirare dalla terrazza dell’Hotel Chiaia di Luna, dove vi consiglio di soggiornare.

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Hotel Chiaia di Luna, Ponza / photo credits Thelostavocado.com

La via dello shopping a Ponza è Via Pisacane, una passerella di ristoranti rinomati, negozietti di souvenir e laboratori di artisti ceramisti. Il posto perfetto per gustarsi un gelato artigianale nel tardo pomeriggio, quando la luce dorata che precede il tramonto tinge tutto di pesca.

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

I ristoranti di Ponza che vi consiglio di provare sono: Orestorante e Al Tramonto. Quest’ultimo si raggiunge in 5/10 minuti di motorino dal porto (o dall’Hotel Chiaia di Luna) e si trova proprio in posizione panoramica su Cala Feola, a poca distanza dal centro di Le Forna.

La vista dal ristorante vi lascia senza parola e i colori del tramonto, che qui a Ponza si incendia spesso di carminio e rosa, sono senza paragoni. Il menu è un tripudio di piatti di pesce e cucina sperimentale con prodotti semplici del territorio. Se ve la sentite di accompagnare la frittura con un buon bicchiere di bianco, dopo uno spritz ghiacciato, siete nel posto giusto.

Ponza. Italy - photo credit by Thelostavocado.com (10)

Ponza è un incanto da ogni prospettiva la guardiate e non penso di aver scattato mai così tante foto, sapendo di non everne ancora abbastanza. Tanto è bella l’isola e caratteristici i suoi vicoli pieni di umanità.

Altro luogo da vedere, ma che io non sono riuscita a visitare alla fine, è il Giardino Botanico dell’isola. C’è un giardino botanico a Ponza di cui non si sa molto e che non è sempre aperto. Un po’ fuori dai percorsi più turistici, ma di cui ho sentito parlare molto bene. Per visitarlo dovrete assicurarvi che il signore che lo tiene in custodia sia lì in quei giorni. Ho provato a chiamare al numero che mi era stato dato, ma di domenica non ho trovato nessuno. In ogni caso, ho la scusa migliore per fare un salto a Ponza il prossimo anno e riprovarci.

In tre o quattro giorni ce la farete a visitare tutta l’isola, a me sono bastati per rilassarmi anche un po’ a bordo piscina e darmi a una buona lettura. Ho già in mente di tornare e spero con la mia famiglia. Ponza è un posto meraviglioso e uno di quei luoghi autentici e rilassati, da dover condividere con amici veri e persone care.

Ponza, photo credit Thelostavocado.com

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Hotel Chiaia di Luna, Ponza - Photo credits Thelostavocado.com

Hotel Chiaia di Luna, Ponza

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Ponza, Italy by Thelostavocado.com

Hotel Chiaia di Luna, Ponza - Photo credits Thelostavocado.com

Spero le foto e il racconto del mio viaggio a Ponza vi siano piaciuti. Se è così, lasciatemi un commento, sarei felicissima di leggerlo!


Amate le isole? Vi piacerà un sacco il video del mio viaggio a Lanzarote!

LOST IN LANZAROTE from The Lost Avocado on Vimeo.

image_print

2 Comments

  • Reply September 6, 2016

    giuseppe stile(proprietario del Chiaia di Luna)

    Grazie mille dello splendido articolo su Ponza e sull’Hotel Chiaia di Luna.

    • The Lost Avocado
      Reply September 6, 2016

      The Lost Avocado

      Grazie e voi per la meravigliosa ospitalità, per la cortesia e per la professionalità con la quale gestite una perla come l’Hotel Chiaia di Luna. Spero di tornare presto! Un caro saluto, Sara!

Leave a Reply