Cosa vedere a Dubrovnik in 2 giorni

cosa vedere a dubrovnik

Cosa vedere a Dubrovnik in un weekend. A spasso nella Ragusa di Croazia, fra cattedrali e piazze assolate, gite in barca tra le isole e bagni di sole su spiagge paradisiache.

Cosa vedere a Dubrovnik? Una delle più fiorenti potenze commerciali del XV e XVI secolo, allora capitale della Repubblica di Ragusa, Dubrovnik è un porto sicuro incastonato tra migliaia di isole nel blu cobalto del Mediterraneo, nel sud della Croazia. L’influsso della vicina Venezia, l’architettura gotica e barocca, un mare Adriatico dal colore cristallino e un popolo fiero che ha sempre saputo rialzare la testa ad ogni «scherzo» della sorte: questa città sa come incantare. Il suo centro storico, racchiuso tra le vecchie mura, è Patrimonio dell’Umanità UNESCO e si affaccia sulla vicina isola di Lokrum, della quale spiccano l’incantevole monastero benedettino e la fortezza napoleonica. Una tappa in traghetto fino a quest’oasi incontaminata è obbligatoria, così come una sosta in una delle spiagge che circondano la città e che offrono piacevoli ore di relax in ogni stagione. 

Cosa vedere a Dubrovnik in 2 giorni

Cosa vedere a Dubrovnik / Primo giorno

Ore 09:30 Passeggiata sulle mura della città

Affrontate il percorso delle mura di fortificazione che abbraccia tutto il centro storico, gustandovi affacci mozzafiato sul mare e splendide viste sui tetti della città e sugli edifici storici. Le mura di Dubrovnik, costruite a partire dal XII secolo, sono uno dei sistemi di fortificazione meglio conservati d’Europa, con torri, bastioni e fortezze disseminate lungo tutto il percorso difensivo. Indossate scarpe comode e portate un cappello e una riserva d’acqua, poi partite da Porta Pile e proseguite in senso orario, facendo una sosta alla Fortezza di Minčeta. Il modo migliore per iniziare a scoprire questa straordinaria città!

dubrovnik cosa vedere

dubrovnik cosa vedere

dubrovnik cosa vedere walls

Ore 11:00 Centro storico e Stradun

Da Porta Pile parte anche la via d’accesso alla Città vecchia, che avrete intravisto dall’alto e che ora merita una vera full immersion. Fate tappa alla bellissima Fontana di Onofrio, realizzata da un ingegnere italiano, incaricato anche del restauro del Palazzo del Rettore. Percorrendo lo Stradun, la via principale e più amata della città, troverete negozi, botteghe artigianali, ristoranti e artisti di strada che animano Dubrovnik sia di giorno che di sera. Lo shopping nel dedalo di viette tra scorci pittoreschi è un must.

dubrovnik cosa vedere

Ore 13:00 Tapas e seafood

Non fatevi ingannare dall’aria modesta del ristorante Lucin Kantun, che si distingue da quelli tipicamente turistici servendo ottimo pescato e piatti tipici della tradizione croata. L’ambiente informale, ma curato, con la cucina a vista, fa da sfondo a un menù di proposte creative che spazia dai calamari ripieni, al risotto al nero di seppia, passando per assaggi di prosciutto della Dalmazia

Ore 15:00 MoMAD

Basterà una passeggiata di un quarto d’ora per raggiungere il vicino Museo di Arte Moderna (MoMAD), ospitato in uno splendido palazzo in stile gotico-rinascimentale, un tempo residenza privata. Un interessante polo espositivo con sale e terrazze affacciate sul mare e sul giardino interno. La collezione permanente espone opere di artisti croati contemporanei, tra cui quelle del pittore Vlaho Bukovac

Ore 16:45 Pomeriggio in spiaggia

È venuto il momento di assaporare il fresco del mare. La spiaggia più bella di Dubrovnik è Sveti Jakov beach, preceduta da una scalinata che scoraggia molti turisti, ma preferibile alle più accessibili e affollate alternative. Mare cristallino e spiaggia di ciottoli (portate delle scarpette!) fanno di questo posto un angolo di paradiso, con un fondale adatto a chi ama immergersi e la possibilità di consumare un aperitivo «pied dans l’eau» per i più modaioli. Attenzione che i gradini vi aspettano anche al ritorno!

sea dubrovnik

Cosa vedere a Dubrovnik / Secondo giorno

Ore 09:00 Visita all’isola di Lokrum

A soli 15 minuti di traghetto dal Porto Vecchio di Dubrovnik si raggiunge l’isola di Lokrum, abitata da conigli e pavoni, che scorrazzano liberi e indisturbati accogliendo i turisti. Regalatevi un momento di snorkelling nelle acque limpidissime, oppure un’escursione lungo il «cammino del paradiso», la via che conduce a Fort Royale,  o ancora un bagno nel lago salato Mrtvo More (mar Morto). Approfittate della natura incontaminata per un picnic sotto gli ulivi, prima di fare ritorno in città.

lokrum unsplash

lokrum unsplash

Ore 14:30 Tra Cattedrali e Monasteri

Visitate la Cattedrale dell’Assunzione di Maria, edificata in epoca bizantina, ma oggetto di numerosi interventi successivi, tra cui l’ampliamento voluto da Riccardo Cuor di Leone come voto per lo scampato naufragio a Lokrum. Al pari di molti palazzi del centro storico, fu devastata dal terremoto del 1667 e poi ricostruita in stile barocco. All’interno trovate le reliquie di San Biagio e gli splendidi altari policromi. Non lontano dalla cattedrale si erge la Chiesa di San Biagio, ricostruita dopo il terremoto dal veneziano Mario Groppelli. Fate tappa al Palazzo del Rettore, un tempo residenza del principe e oggi sede del Museo storico, e non perdete il Monastero Domenicano, con la facciata in stile gotico, a ricordare una fortezza, e lo splendido chiostro annesso alla chiesa. Il museo custodisce una pregevole collezione d’arte e gioielli, manoscritti e incunaboli medioevali. 

Dubrovnik city unsplash

Ore 17:00 Vista dall’alto in funivia

Per l’ultimo saluto a questa perla incastonata nell’azzurro, prendete la funivia che, dal cuore della Città Vecchia, in pochi minuti conduce fino alla cima del Monte Srd, a circa 400 metri sul livello del mare. L’ora perfetta per un indimenticabile “arrivederci” è il tramonto, quando il cielo si tinge di porpora e arancio. Sotto di voi i tetti rossi della città e le isole verdi disseminate nell’Adriatico.

dubrovnik unsplash

Se siete in cerca dell’hotel perfetto in città, date un’occhiata alle offerte qui sotto. Se invece cercate un piccolo paradiso a poca distanza dal caos cittadino, per ritagliarvi ore di relax in piscina e un po’ di riposo, potrebbe fare al caso vostro il Ninon Design Bed & Breakfast (Podubrava 1, Brsečine), una vera meraviglia.

Hotel a Dubrovnik



Booking.com

Se questa guida su cosa vedere a Dubrovnik vi è piaciuta, potreste anche essere interessati a un viaggio in Provenza, o a un weekend a Santorini, o in Riviera di Ulisse, o a Tel Aviv, Salento o Sicilia.

Sara Izzi

Writer / Travel & Lifestyle blogger / Featured on National Geographic, EL PAIS, La Repubblica, Huffington Post, ELLE, Forbes... On Instagram: @sara_izzi

Be first to comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.