Murano Upcycling Glass 2023_Ph credit Zeta Group (44)

Murano: Upcycling Glass / Il vetro riciclato è arte

Fino al 6 Gennaio 2024 il Museo del Vetro di Murano ospita Murano: Upcycling Glass, una mostra di pezzi unici realizzati dai maestri vetrai dell’isola con vetro riciclato.

È possibile dar vita ad opere d’arte con rottame di vetro? È la sfida che hanno accolto i quindici prodigiosi vetrai dell’isola di Murano, realizzando pezzi unici con materia prima seconda, cioè con vetro riciclato incolore, diverso dal tradizionale vetro di Murano tipicamente adoperato.

Fautori della mostra il Consorzio Promovetro Murano gestore del marchio Vetro Artistico® Murano, con il supporto di CoReVe, consorzio senza fini di lucro nato nel 1997 e parte del sistema CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggio), responsabile del riciclo e recupero dei rifiuti di imballaggio in vetro (bottiglie e vasetti) prodotti nel nostro Paese, sulla base del principio della responsabilità estesa del produttore.

Il vetro è un materiale non solo versatile ma riciclabile all’infinito. Con questa iniziativa vogliamo sottolineare come anche opere d’arte bellissime possono essere realizzate partendo dal vetro riciclato e non dalla materia prima vergine che è più inquinante e ha un ciclo produttivo che richiede più energia e CO2 immessa nell’ambiente.

Gianni Scotti, Presidente di CoReVe


Il risultato dell’esperimento è una collezione di oltre quaranta opere d’arte realizzate con le classiche tecniche della lavorazione del vetro – soffiatura, vetrofusione, lavorazione a lume, ma anche molatura e battitura – che hanno reso l’alto artigianato muranese un unicum nel mondo.

La mostra, a cura di Matteo Silverio, è ospitata all’interno della Sala Brandolini ed è nata con lo scopo di sensibilizzare il pubblico sui temi del riciclo, dell’uso più consapevole delle materie prime e della sostenibilità, rientrando tra le iniziative di The Venice Glass Week 2023, il festival internazionale che dal 2017 la città di Venezia dedica all’arte vetraria, e ponendosi a supporto del progetto di tutela dell’ecosistema lagunare proposto da Sea the change.

Con Murano: Upcycling Glass i maestri si sono messi in gioco per far riflettere sull’importanza del riciclo e sulla necessità – oggi più che mai indispensabile – di vivere  e produrre in un’ottica green. Questa mostra incarna quello che abbiamo di più caro: l’alto artigianato rappresentato dal vetro muranese, ma al contempo vuole essere uno strumento di sensibilizzazione ambientale attraverso un mezzo tradizionale.

Luciano Gambaro, presidente del Consorzio Promovetro Murano.


Le opere di Murano: Upcycling Glass

In vetro riciclato sono state realizzate dai maestri vetrai creazioni uniche che vogliono ricordare quanto questo materiale “abiti le nostre case”: non solo bicchieri, vasi e stoviglie, ma anche un grande lampadario Rezzonico, un tavolo e vari elementi decorativi, fino a una caffettiera, divani e poltrone.

Coerentemente con il tema della mostra, anche il setup degli ambienti rispetta i dettami dell’economia circolare ed è stato realizzato con scatoloni di cartone (normalmente utilizzati per l’imballo e la spedizione delle opere in vetro), rivestiti con due diversi tipi di carta riciclata, prodotti grazie a processi brevettati che consentono di realizzare nuovi fogli a partire dalle alghe e dalla peluria dei kiwi. In fase di disallestimento, le scatole verranno riutilizzate dalle vetrerie, mentre la carta dei rivestimenti sarà donata agli asili e alle scuole muranesi che potranno recuperarla e usarla come materiale didattico.


Articolo sponsorizzato e in collaborazione con CoReVe, consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero del vetro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.